Quando si crea un'armonia tra l'azienda, i vigneti e le persone...

“La cura del vigneto ed il rispetto della vocazione di un territorio sono fondamentali per la produzione di vini identitari e di qualità.”

Direttore Generale Cantina Toblino Carlo De Biasi

La congiunzione tra vigneto e cantina: quando la qualità si concretizza dalla terra al vino.

Cantina Toblino, a differenza di altre cantine sociali, non si occupa solo della trasformazione del vino, ma anche della produzione. Accanto agli oltre 600 soci-viticoltori, c’è la nostra azienda agricola Toblino Srl, che dal 1999 coltiva direttamente una superficie di 40 ettari.

Az Agr Toblino Srl, attraverso sistemi di allevamento all’avanguardia, conduce i propri terreni rispettando le regole della coltivazione biologica.

Tutti i vigneti coltivati dai soci-viticoltori di Cantina Toblino ed anche quelli appartenenti all’AZ Agr Toblino Srl, sono racchiusi tra la sponda nord del Lago di Toblino ed il confine a sud del paese di Pergolese, una zona che un tempo veniva chiamata Piano Sarca.

Cantina Toblino, diventata negli anni un punto di riferimento per tanti vignaioli, sostiene ed assiste diversi progetti viticoli all’avanguardia, tra i quali il recupero della viticultura di montagna.

Il vigneto e la cantina: un dialogo sempre aperto

Un ambiente unico

Il componente alla base dei nostri vini è il territorio della Valle dei Laghi, caratterizzato dal suo particolare clima mediterraneo.

Al mattino la valle è attraversata dal vento che scende dalle Dolomiti del Brenta che poi si spinge fino al Lago di Garda. Nel pomeriggio si alza invece l’Ora che sale dal Lago di Garda e mantiene tutti gli appezzamenti di terreno ben ventilati, offrendo alle viti le condizioni migliori per sviluppare quelle caratteristiche organolettiche che rendono unici i nostri vini.

L’uomo al centro

Oltre che da una natura molto generosa, i nostri vini scaturiscono da una filosofia del lavoro che mette al centro l’uomo ed il suo rispetto per la terra.

Il dialogo tra l’uomo ed i vigneti è sempre vivo sin da quando viene piantata la più piccola barbatella. Nel corso del tempo, la vite cresce ed il legame tra uomo e vigneto si fortifica sempre di più. La vigna diventa la creatura dell’uomo, a cui dedica corpo e mente affinché produca un’uva perfetta.

Ricordando Rebo Rigotti

Rebo Rigotti, genetista trentino che nel 1948 ha incrociato per la prima volta il Merlot con il Teroldego, ottenendo un vitigno autoctono molto particolare, il Rebo.

Il Rebo, uva a bacca rossa, ha trovato nel microclima della Valle dei Laghi la propria zona d’elezione in cui poter esprimere al meglio tutte le sue potenzialità organolettiche.

Ripercorri la nostra storia

Nel corso del tempo la nostra storia continua e si rinnova, esplorando sempre nuovi orizzonti.

Scopri l’uva Nosiola

L’uva simbolo di Cantina Toblino che dà origine a pregiati vini bianchi e al nostro ineguagliabile Vino Santo.

Entra nel vigneto BIO

Stai per scoprire il più grande vigneto biologico di tutto il Trentino.